Energia idroelettrica cos'è, come si produce e quali vantaggi porta
Uncategorized

Energia idroelettrica: cos’è, come si produce e quanto costa

L’energia idroelettrica è una fonte di energia rinnovabile che sfrutta la forza dell’acqua in movimento per generare elettricità. È una delle forme più antiche di energia utilizzata dall’umanità e continua a essere una delle fonti energetiche più importanti e diffuse in tutto il mondo. In questo testo esploreremo cos’è l’energia idroelettrica, come viene prodotta e quali vantaggi porta rispetto ad altre fonti di energia.

Cos’è l’energia idroelettrica?

L’energia idroelettrica è prodotta utilizzando la forza dell’acqua in movimento, come quella dei fiumi, dei torrenti o delle cascate. Questa energia viene catturata e convertita in elettricità attraverso l’uso di turbine idrauliche, che trasformano l’energia cinetica dell’acqua in energia meccanica, e successivamente in energia elettrica attraverso generatori. Questo processo è noto come idroelettricità e può essere implementato su diverse scale, dalle piccole centrali idroelettriche locali alle grandi dighe idroelettriche che forniscono energia a intere regioni.

Come si produce l’energia Idroelettrica?

La produzione di energia idroelettrica avviene principalmente attraverso l’utilizzo di dighe e centrali idroelettriche. Le dighe vengono costruite su fiumi o fiumare per creare un serbatoio d’acqua, noto come bacino idrico. Quando l’acqua viene rilasciata attraverso le turbine della diga, essa mette in movimento le pale delle turbine, che a loro volta fanno girare un albero collegato a un generatore elettrico, producendo così energia elettrica.

Le centrali idroelettriche possono essere di diversi tipi, tra cui:

Centrale ad acqua fluente: Queste centrali sfruttano la forza dell’acqua in movimento, senza la necessità di una diga. L’acqua viene raccolta da un corso d’acqua naturale e viene fatta passare attraverso le turbine per generare elettricità.

Centrale ad accumulo: Queste centrali utilizzano bacini idrici artificiali o serbatoi per accumulare l’acqua. L’acqua viene rilasciata attraverso le turbine quando c’è bisogno di energia, consentendo un controllo più preciso sulla produzione di elettricità.

Centrale di pompaggio: Queste centrali utilizzano due bacini idrici, uno situato a un livello più alto dell’altro. Durante i periodi di bassa domanda di energia, l’acqua viene pompata dal bacino più basso a quello più alto. Quando c’è bisogno di energia, l’acqua viene rilasciata dal bacino superiore attraverso le turbine per generare elettricità.

Vantaggi dell’energia idroelettrica

L’energia idroelettrica offre una serie di vantaggi rispetto ad altre fonti di energia, tra cui:

Rinnovabile: L’acqua è una risorsa rinnovabile che non si esaurisce, rendendo l’energia idroelettrica una fonte sostenibile a lungo termine.

Bassa emissione di gas serra: La produzione di energia idroelettrica non emette gas serra o altre sostanze inquinanti, contribuendo così alla lotta contro il cambiamento climatico e all’inquinamento dell’aria.

Flessibilità e affidabilità: Le centrali idroelettriche possono essere facilmente avviate o fermate in base alla domanda di energia, fornendo una fonte di energia flessibile e affidabile che può integrare altre fonti di energia rinnovabile come l’eolico e il solare.

Controllo delle piene: Le dighe possono essere utilizzate per regolare il flusso d’acqua nei fiumi, aiutando a prevenire inondazioni durante periodi di forti piogge e a garantire un approvvigionamento costante di acqua per scopi agricoli e industriali.

Sviluppo economico: La costruzione e la gestione delle dighe e delle centrali idroelettriche possono creare opportunità di lavoro e stimolare lo sviluppo economico nelle comunità locali.

L’energia idroelettrica è una fonte di energia rinnovabile e sostenibile che offre numerosi vantaggi rispetto ad altre fonti di energia. Attraverso l’utilizzo delle risorse idriche disponibili, è possibile produrre elettricità in modo pulito, flessibile e affidabile, contribuendo così alla transizione verso un sistema energetico più sostenibile e resiliente.

 

I costi dell’energia elettrica

Per quanto riguarda i costi dell’energia elettrica, questi dipendono da diversi fattori, tra cui il tipo di fonte energetica utilizzata per la produzione di elettricità, la disponibilità delle risorse, gli investimenti necessari per la costruzione e la manutenzione delle infrastrutture, nonché le politiche energetiche e le tasse governative. Le fonti tradizionali come il carbone e il gas naturale possono avere costi più variabili e influenzati dalle fluttuazioni dei prezzi delle materie prime, mentre quelle da energia rinnovabile come il vento e il sole, sebbene richiedano investimenti iniziali più elevati, possono offrire costi operativi più bassi a lungo termine. Inoltre, i prezzi possono variare anche in base alle tariffe applicate dai fornitori di energia e alle politiche di incentivazione o sussidio governative per promuovere l’adozione di fonti energetiche più pulite e sostenibili. La sfida, oggi, è trovare fornitori davvero vantaggiosi; in fondo, trovare il gestore più conveniente per luce e gas è possibile.