La forza del controllo attraverso un sogno d’impresa

La forza del controllo attraverso un sogno d'impresa

 Alla scoperta dello spirito di un Imprenditore

Oscar Stucchi racconta:

La figura dell’imprenditore è il fulcro dell’impresa. La seconda parola perciò non può essere altro che capacità imprenditoriale. Mi sono spesso chiesto se sono “capace” di essere imprenditore e se le innumerevoli realtà delle mia azienda erano veramente in connessione con me ed io con loro.

La parte razionale di me instaura con la mia impresa processi quotidiani di controllo, verifiche, allineamenti infrastrutturali, ricerca e metodi applicativi. Il mercato riflesso nei pensieri e nelle strategie, i clienti come specchio delle mie possibilità. Il futuro tradotto in dati oggettivi e proiezioni di bilancio.

Ma non è tutto qui. Essere imprenditori significa creare il giusto “mix” tra istinto e cervello.

Un imprenditore deve combinare nel modo giusto abilità e motivazione.

Non basta “saper fare” bisogna “saper essere imprenditori”.

L’imprenditore spesso fa fronte a quattro funzioni fondamentali: organizzare, decidere, controllare e pianificare.

Le decisioni e le strategie nascono, innanzitutto, dalla percezione di ciò che ci circonda. Le percezioni, per molti versi soggettive, vengono elaborate e decifrate con un misto di ragionamento e soprattutto intuito. L’istinto dell’uomo prevede le possibilità ed evita i rischi.

Ma come fa un imprenditore a costruire l’evoluzione delle propria impresa?

La riposta è: attraverso il sogno. Il lato emotivo delle scelte procura esperienze e quindi significati.
I significati diventano nuove realtà, solo quando l’immaginazione le ha “sentite” e provate interiormente.

Quando “sento” il motivo, questo diventa un desiderio e quindi la speranza di un risultato.
Il tutto è influenzato dalle peculiarità caratteriali e comportamentali proprie della persona, nonché dall’insieme delle conoscenze, generiche e tecniche, che formano il suo bagaglio.

L’innovazione è senza dubbio uno dei più importanti fattori, perché ci permette di non far “morire la nostra idea di business”, continuando a svilupparla ed a modificarla per mantenerla aggiornata nel contesto del mercato.

Sismaitalia sta sognando nuovi scenari e sceglie di crescere unita ai migliori player del settore, “fondendosi” con i sogni di altri e creando quindi un futuro, in cui il successo possa porre le basi sulla ragione del business ed il sogno d’impresa.

Con l’aiuto dei “miei” raccontiamo il sogno diventato realtà: la fusione con Hommedia. Il nuovo socio di Sismaitalia, Mario Caliri.

Oscar Stucchi
Direttore Generale & Presidente Sismaitalia

La forza del controllo attraverso un sogno d'impresa - photo 1

→ Scopri di più sulla fusione con Hommedia.

→ Scopri di più sulla fusione con Hommedia insieme a Mario Caliri.

→ Scopri di più sulla fusione con Hommedia insieme a Ruggero Barzio.

Sismaitalia

La mission dell’azienda si basa principalmente sulla volontà di moltiplicare la forza della comunicazione attraverso tecnologie, servizi e competenze sempre più specializzate in tutti i diversi ambiti della distribuzione pubblicitaria.